Il naufragio del Tito Campanella

Nel gennaio del 1984 la motonave Tito Campanella di Savona, affondava al largo del Golfo di Biscaglia portando tragicamente con sè 24 persone dell’equipaggio.
Sul tragico evento molto fu scritto a suo tempo, inclusi i sospetti sul traporto di rifiuti tossici e traffico di armi, non so quanto poi confermati dalle indagini, per cui non mi dilungo oltre, ma rimando alla interpellanza parlamentare fatta dal sen. dott. Aldo Pastore riportata in questo post.

Voglio solo dare una breve testimonianza dei due mesi che passai a bordo poco tempo prima che la nave affondasse.

 

motonave Tito Campanella

 

Mi imbarcai a Rotterdam a dicembre. Gia’ la vista della nave era tutto un programma, sicuramente per chi come me veniva dalle navi da crociera non si puo’ dire che la nave fosse in gran forma…
La nave al tempo caricava fosfati nel porto di Casablanca, in Marocco e li scaricava nel porto di Rotterdam.
Il viaggio fu piuttosto burrascoso, il mare lungo quel percorso è quasi sempre agitato e la nave veniva sballottata da un lato all’altro dalle onde. Eppure ripensandoci, nonostante tutto, non immaginavo quello che sarebbe poi successo…

Ricordo ancora perfettamente il colore del mare “inc..to”. Un colore che ti rimane dentro.

Ricordo ancora che fui colpito dal vedere un primo ufficiale donna, moglie del comandante, purtroppo tragicamente scomparsi entrambi nel naufragio.
Ricordo ancora la saletta ufficiali, da cui ho scattato le foto che vedete.

Io sbarcai subito dopo pochi mesi, avendo avuto l’occasione di reimbarcarmi su una nave da crociera. Altri purtroppo non furono altrettanto fortunati.

Vedi gli articoli di giornale usciti all’epoca..

FOTOGALLERY TITO CAMPANELLA

ARTICOLI CORRELATI