Nel Belize, fra profezia Maya e splendide immersioni

calendario maya

Cosa è rimasto della tanto declamata profezia Maya sulla fine del mondo nel 2012? Non molto forse, l’interesse è andato progressivamente a scemare mano a mano che ci si avvicina alla fatidica data. Ma la civiltà Maya resta una dei più affascinanti culture della storia ed il Belize è il paese che meglio consente di conoscere questo popolo.

La culla della civilta’ Maya

Il Belize  è considerato  il cuore della civiltà Maya durante il periodo classico. Oggi, è possibile visitare  in Belize molti siti e templi lasciati da questa grande cultura. Il Belize condivide il ricco patrimonio Maya con i vicini Guatemala, Messico e Honduras. L’occupazione Maya del Belize iniziò già nel 1500 a.C., ma è nel periodo classico fra il 250 e 900 d.C . che la popolazione Maya si pensa abbia superato il milione di persone in Belize.

Tuttavia, molto sui Maya rimane un mistero ancora oggi.

Prima dell’arrivo degli europei, l’antica civiltà Maya ha prosperato per anni in questa regione, formando vaste città e costruendo notevoli templi. Gli spagnoli assoggettarono tutta la società  Maya. Le tribù superstiti abbandonarono le loro città grandi e cercarano di sicurezza tra la fitta giungla del Belize. Dopo gli spagnoli, arrivarono gli inglesi e anch’ essi condussero una aspra lotta contro gli “indiani”, ovvero i discendendi degli antichi Maya, che vivevano ai margini della cosiddetta civiltà.

Oggi ci sono tre gruppi di vita Maya in Belize: il Kekchi Maya, i Maya e Maya Mopan Yucatec. I valori di base e costumi di questi tre gruppi di Maya sono molto simili, ma le loro lingue hanno notevoli differenze. Si stima che ci siano migliaia di siti Maya del Belize ma solo pochi di questi sono stati trovati e ancora meno sono stati scavati dagli archeologi.

Per saperne di più sulla storia Maya, Maya del Belize, e le storie che stanno dietro 2012 si può visitare il sito ufficiale Maya.

Spiagge incontaminate e barriera corallina

Ma il Belize è anche foreste pluviali, citta’ storiche e spiaggie e isolette incontaminate lungo la più estesa barriera corallina intatta nell’emisfero occidentale. In Belize si possono fare spettacolari  immersioni subaquee o esplorazioni snorkeling.

blue hole belize

Il Belize è stato definito da Jacques Cousteau uno dei quattro siti più interessanti al mondo per fare immersioni
C’è un tesoro naturale di riserve marine e Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, come il famoso Blue Hole, un cratere corallino popolato da ogni tipo di pesci dai grandi pesci pappagallo alle razze, ai pesci angelo, pesci farfalla e pesci più piccoli, che tendono a raggrupparsi intorno teste di corallo e affioramenti. È inoltre possibile vedere barracuda e piccole cernie.

Per ulteriori informazioni vai al sito ufficiale del Turismo in Belize o scarica la brochure sul Belize .

Per organizzare un viaggio in Belize vai su CercaViaggi, il motore i ricerca che cerca nei siti di oltre 300 tour operators.

 

 

ARTICOLI CORRELATI